Shadowban instagram: Riconoscerlo e Come rimuoverlo nel 2020

Sommario

Se siete atterrati su questo articolo, allora avrete probabilmente già sentito parlare dello shadowban  instagram.

Tuttavia, sapevate che questo famoso shadowban potrebbe rovinare la portata dei vostri post e rallentare la vostra crescita ?

Nel post riguardante gli hashtag instagram,  abbiamo parlato di come utilizzarli al meglio per mostrare il vostro contenuto a un nuovo pubblico e tutti i loro benefici !

Ma con lo shadowban, sembra che l’uso scorretto degli hashtag abbia portato direttamente alla soppressione dei post per alcuni account.

 

messaggio di sopressione del post per per uno shadowban instagram

 

Gli hashtag sono ancora oggi un modo efficace, per aumentate la visibilità dei vostri contenuti.

Ma cosa succede se gli hashtag che avete utilizzato in una pubblicazione, portano all’opposto eliminando i vostri post dai risultati di ricerca degli hashtag ?

Quando all’improvviso, l’attività dell’account e le metriche diminuiscono. Il tuo profilo viene messo “nell’ombra”.

Un’ombra dalla visibilità su Instagram, che purtroppo rallenta la tua crescita e in casi estremi la ferma totalmente.

In questo articolo, impareremo a conoscere meglio lo shadowban e vi consiglieremo anche tecniche per uscirne e soprattutto come evitarlo una prossima volta.

Bando alla ciance, e introduciamoci nell’ombra !

 

I. Cos’è lo shadowban

Anche se il termine è apparso sin dalla nascita di Instagram, di recente ha guadagnato una vasta popolarità.

Instagram non è l’unica piattaforma che implementa tali regole per ottimizzare la propria piattaforma.

Il gigantesco e sofisticato algoritmo di Instagram, cerca di ripulire lo spazio sociale online dagli account che non rispettano i termini e le condizioni. Pertanto, il motivo principale dello shadowban, è quello di assicurarsi che gli utenti ricevano contenuti accettabili, autentici e originali.

Lo sviluppo di un account Instagram richiede molti sforzi e risorse, come tempo e denaro. E spesso, ci vogliono mesi o anni per diventare famosi e ottenere migliaia di seguaci su questo social.

Alcuni blogger e account in generale, utilizzano trucchi scorretti come hashtag irrilevanti o bot automatici per crescere su Instagram.

Per una questione di sicurezza, l’amministrazione mette in evidenza gli utenti che non rispettano le regole,  si ritroveranno sotto l’ombra del “shadowban”.

Non c’è alcuna notifica quando ciò accade.

 

Cosa influenza e come si manifesta ?

Uno shadowban influenza la portata della visibilità verso gli utenti esterni al vostro account (che non vi seguono).

Può manifestarsi in diversi modi:

  • Impossibilità di mettere like a post altrui
  • Impossibilità di seguire o di smettere di seguire altri account
  • Calo drastico della postata dei post
  • Esclusione dei post sugli hashtag

In tali circostanze, si è in grado di mantenere l’audience del profilo. Ma la sfida appare quando si cerca di crescere ulteriormente.

Tuttavia, un improvviso e significativo calo delle metriche, può essere legato anche ad altre ragioni.

Instagram cambia costantemente gli algoritmi di tutta la piattaforma.

Gli aggiornamenti sono usciti a partire dal giugno del 2016.

Da allora, molti influencer hanno sofferto di una significativa diminuzione del tasso di engagement.

Quindi, questo non significa che se il vostro account ha subito una drastica diminuzione della portata organica, siete automaticamente sotto shadowban !

Instagram ha dichiarato quanto segue:

comunicazione intagram riguardante gli account che hanno subito una perdita di visibilità in inglese

 

Comprendiamo che gli utenti hanno avuto problemi con la nostra ricerca hashtag che hanno fatto sì che i post non venissero visualizzati. Stiamo lavorando continuamente per migliorare il nostro sistema con le risorse disponibili. Quando si sviluppano i contenuti, raccomandiamo di concentrarsi sugli obiettivi aziendali piuttosto che sugli hashtag“.

 

Quindi un calo di visibilità sugli hashtag,  potrebbe essere semplicemente un problema che stanno cercando di risolvere sul loro algoritmo !

Ma ovvimente, troviamo sempre i complottisti che ritengono che questo potrebbe essere il modo da parte di Instagram per mascherare il cosiddetto shadowban.

Shadowban, non è un termine ufficiale, ma è stato ampiamente utilizzato dagli utienti di Instagram fino a farlo diventare tale.

Maggie Marton di BlogPaws, comunica il seguente messaggio:

Abbiamo contattato Facebook (sono i proprietari di IG) per ulteriori informazioni sugli shadowban. Una cosa che abbiamo imparato è che “shadowban” non è un termine ufficiale su Facebook.

 

Qual’é la causa principle dello shadowban ?

Lo shadowban è principalmente associato all’uso improprio di hashtag o  hashtag bannati.

L’uso anche di un solo hashtag bannato renderà TUTTI gli altri hashtag inutili sulla vostra pubblicazione !

In altre parole, un post con un hashtag “offensivo” quindi bannato da instagram, non apparirà nelle ricerche degli altri hashtag elencati nel vostro post.

Questo non solo limita la vostra visibilità, ma può anche portare ad una crescita stagnante o addirittura negativa (perdendo followers).

Ovviamente, l’esatto opposto di quello che vogliamo.

Si è ipotizzato che il cambiamento degli algoritmi sugli hashtag di Instagram, sia motivato dal loro tentativo di utilizzare gli hashtag per la pianificazione degli annunci e di impedire agli utenti di attirare l’attenzione quando utilizzano hashtag irrilevanti, rendendo così meno efficace il rendimento delle sponsorizzate.

 

Qual’é la causa principle dello shadowban ?

Non ci sono risposte definitive.

Alcuni utenti restano sotto shadowban per qualche giorno, altri per qualche settimana, e le settimane possono anche trasformarsi in mesi !

 

II. Come capire se siamo in shadowban

Esiste un modo molto semplice per sapere se il vostro profilo Instagram è stato messo nell’ombra.

Ecco come verificare se il vostro account si trova sotto shadowban in 3 passi:

  1. Crea un nuovo post utilizzando un solo hashtag non molto popolare (anche di più se desiderate).
  2. Accedi a Instagram con un altro profilo o chiedi a qualcuno di aiutarti. QUI STA IL TRUCCO: L’account che ti aiuta non deve seguire il tuo l’account che potrebbe essere stato messo in shadowban.
  3. Cerca l’hashtag che hai usato quando hai caricato la tua immagine e controlla la sezione recenti. I post che finiscono in questa sezione a differenza dei popolari, sono tutti i post pubblicati con quel determinato hashtag (questa sezione si aggiorna costantemente in funzione del numero di utenti che utilizzano l’hashtag).

Se il tuo post è presente quando cerchi l’hashtag da un altro account che non ti segue, allora non sei in shadowban e potrebbe solo essere nascosto tra algoritmi aggiornati.

Se non c’è invece.. è un forte motivo per credere che il tuo profilo sia nel regno delle ombre !

 

hashtag paesaggio per mostrare la sezione recenti su instagram

 

Altri elementi chiave per capire se siamo sotto shadowban :

La diminuzione dei “mi piace” e dei commenti. Lo shadowban, influisce anche sulla portata organica del profilo con i propri autentici seguaci che sono realmente interessati ai vostri contenuti. Se l’account è sotto uno shadowban, questo calo di visibilità, potrebbe continuare su diversi post !

Se si tratta di un hashtag estremamente popolare e sei un blogger medio, non ” per forza un sintomo di shadowban. Tuttavia, è una bandiera rossa per gli hashtag meno popolari per la tecnica che abbiamo utilizzato qui sopra.

Gli aggiornamenti degli algoritmi,  possono influire sulla tua portata organica, quindi prima di trarre conclusioni, continua a creare contenuto e aspetta qualche guiorno.

 

Utilizza uno strumento per testare il tuo profilo

Esiste un’ampia varietà di strumenti che determinano se un account è sotto shadowban o meno. Possono essere a pagamento o gratuiti, con funzionalità extra o semplici criteri di valutazione.

Uno strumento di base, controllerà gli ultimi dieci post del tuo profilo accertandosi che questi ultimi, appaiono o sulla sezione popolari o su quella dei recenti di ogni hashtag.

Puoi utilizzare Triberr, uno strumento gratuito che contrassegna gli hashtag “cattivi” (su cui il tuo post non é apparso) con un colore rosso, e “buoni” con il verde. Specifica anche tutti gli hashtag “bannati”, in modo tale che sia più facile rimuoverli.

strumento per testare se siamo sotto shadowban

 

Per determinare se il vostro account è vittima di shadowban, ti consiglio anche di ripetere la procedura qui sopra con altre tre persone, prima di trarre una conclusione !

Se pensate ancora che il vostro account sia in shadowban, non temete, abbiamo i consigli che fanno per voi nella prossima sezione !

 

III. Come uscire da uno shadowban

Siamo giunti alla parte più interessante di questo articolo, che propabilmeente ti ha attirato su questo blog.

Vedremo qui sotti 7 modi per cercare di uscire dalle tenebre di uno shadowban:

1. Congela il tuo profilo. Riducete la vostra attività in modo significativo postando l minimo indispensabile. Per alcuni utenti lo shadowban e scomparso dopo 3 giorni, altri per 2 settimane o mesi ! Ma la mancanza di attività sembra essere un pulsante di reset per il tuo account.

2. Controlla se utilizzi hashtag bannati. Instagram afferma di avere un “problema tecnico sugli hashtag” che li rendono i maggiori responsabili di uno shadowban. L’utilizzo di “bannati” nel tuo post potrebbe infettare gli altri hashtag ed annullare l’effetto di visibilità di tutti gli altri.

3. Rimuovere gli hashtag da tutti i post recenti. Questo trucco aiuta molte persone e sembra essere il modo più veloce per rimuovere lo shadowban di Instagram. Inoltre, gli utenti hanno riferito che cambiare spesso gli hashtag mantiene il tuo account in qualche modo protetto. Per Instagram significa che sei un utente attivo e non un bot.

4. Mettere gli hashtag in didascalia. L’inserimento di hashtag nei commenti permette al tuo post di apparire pulito e conciso. Tuttavia, gli utenti hanno riferito che l’inserimento di hashtag nei commenti ha fatto sì che il loro post sia caduto in shadowban dopo solo 1-2 ore. Inserite i vostri hashtag nella didascalia. Utilizzate i punti o i trattini per spingere gli hashtag più in basso per mantenere il vostro post pulito e privo di interferenze.

Es.

Dicci la tua nei commenti

.

.

.

.

.

.

.

#estate #summerfun #yrcharisma #apexpack …

 

5. Non esagerare con gli hashtag. Sono un convinto sostenitore dell’utilizzo di tutti e 30 gli hashtag. Ogni hashtag è un’opportunità per raggiungere uno spettro diverso del vostro pubblico di riferimento. Limitare il numero dei i vostri hashtag limita la vostra crescita.

 

6. Puoi “Segnalare un problema” a Instagram attraverso l’app: Questo è il modo più semplice ed efficace per contattare Instagram.

Alcune persone sono abbastanza insistenti da segnalare continuamente il problema fino a quando non viene risolto.

Eccoti i 3 modi per farlo ufficialmente:

Tramite L’app di Instagram

  1. Vai nelle impostazioni di Instagram
  2. Clicca su Assistenza
  3. Clicca su Segnala un problema
  4. Seleziona Segnala un problema dal menu a comparsa
  5. Spiega in breve il tuo problema (puoi anche mandare uno screenshot)

Tramite Facebook Messenger

Vai su Facebook messenger e cerca Instagram (con la spunta blu) e seleziona “Invia un messaggio”.

Tramite Email

Invia un’e-mail a support@instagram.com.

Ricordati sempre che hanno ogni giorno milioni di messaggi e richieste di quewto tipo, quindi aspetta qualche giorno prima di andare in panico e ricontattarli 10 volte !

 

7. Passare da un conto commerciale a un conto personale. Il ritorno a un profilo personale può essere considerato una soluzione piuttosto controversa. Non vi è alcuna prova della sua efficacia; tuttavia, alcuni utenti in giro per il web affermano che funziona.

Il motivo potenziale è che un account aziendale implica automaticamente il ruolo di uno strumento di marketing e, di conseguenza, significa ottenere profitti.

 

IV. Come evitare lo shadowan

In quest’ultima sezione, vi daremo qualche sconsiglio su come evitare questo shadowban che ci accompagna ormai dall’inizio di questo articolo.

A questo punto, dovresti aver già fatto diversi test per capiure se sei sotto shadowban, e avrei applicato anche metodo per rimuovrlo.

Qui sotto troverai la lista di cio che evitiamo e consigliamo ai notri clientidi evtiare per non cadere in questo tipo di limitazioni da parte del nostro amato social.

 

  • Evita l’utilizzo di bot instagram o di altri strumenti che automatizzano la crescita.

I termini di servizio di Instagram coprono l’implementazione di software automatizzati. Riguardano principalmente i bot che fanno crescere il vostro pubblico e il vostro engagement (ad esempio, aumentando il numero di “mi piace” ai tuoi post). In generale, Instagram cerca di premiare gli autentici influencers e content creators e smascherare coloro che cercano di imbrogliare.

Anche i bot postare automaticamente sono considerati una minaccia per l’autenticità dello sviluppo di account. Questo punto non include le applicazioni di promemoria: quelle che si limitano a inviare una notifica push che è post-time.

Facebook ha lanciato l’apposita piattaforma ufficiale per programmare i post sia facebook che instagram, Facebook Creators, quindi questa é la migliore soluzione per lavorare ottimizzando il proprio tempo e mantenendo il profilo sicuro !

Presto parleremo nei dettagli su come programmare post su Facebook Creators.

 

  • Assicurati di non utilizzare hashtag bannati

Considerando questo, si dovrebbe dare un’occhiata a tutti i post per affrontare la questione degli hashtag vietati nell’ombra. Abbiamo già accennato ai modi per controllare il loro stato tramite una ricerca su Instagram. Un’altra soluzione – l’elenco degli hashtag vietati, presentato da Instagram. Non dimenticate di esaminare anche i commenti. Nel complesso, è meglio smettere di includere gli hashtag nei commenti. Aumenta le possibilità di cadere in un’ombra a breve termine.

Non eccitatevi troppo se questo aiuta il conto a tornare alla normalità. Nel caso in cui vogliate usare un hashtag “sconosciuto”, è meglio controllare prima di tutto. In questo modo, si sarà in grado di stare fuori dalla zona d’ombra e di far crescere costantemente il business.

 

  • Il tuo account viene spesso segnalato

Farsi segnalare i post da altri utenti, è il modo più rapido per mettere il proprio profilo instagram  sotto i riflettori del supporto tecnico. Significa che il contenuto pubblicato viola il copyright o è considerato inappropriato. In una parola, i dati condivisi stanno in qualche modo violando le linee guida della comunità o i termini del servizio.

Se il numero di segnalazioni è elevato, Instagram può mettere il vostro account in un regno di ombra o addirittura disabilitarlo completamente. Nel caso in cui nessuna regola sia stata infranta, non c’è nulla di cui preoccuparsi. Tutto quello che dovete fare è contattare il supporto tecnico e aspettare che controllino tutto manualmente.

 

  • Non commentare, mettere mi piace o seguire le persone troppo velocemente

Instagram ha stabilito limiti specifici per il numero di “mi piace”, commenti e attività successive. Si tratta di una misura di sicurezza per individuare gli utenti che utilizzano accanitamente dei bot per la crescita contro li termini e le condizionidi instagram.

Dagli ultimi aggiornamenti dell’algoritmo di instgram 2020, risulta che i limiti siano i seguenti:

  • 7 a 30 follow all’ora oppure 100 a 150 al giorno
  • 300 a 400 mi piace al giorno (su accont che seguiamo)
  • 2 a 5commenti all’ora oppure 20 a 30 commenti al giorno
  • Fino a 10 DM (messaggi in direct) all’ora

Queste sono le cifre medie per la maggior parte degli utenti. Tuttavia, i limiti possono allentarsi a seconda dell’età del profilo. Vuol dire che più il tuo profilo è vecchio (data di iscrizione su instagram), più le regole saranno fedeli.

A parte i limiti di cui sopra, alcuni sono applicati al numero di hashtag, di post cancellati o archiviati. Tuttavia, è improbabile che questo porti a un shadowban.

 

  • Non connetterti mai in due posizioni diverse.

Il tuo profilo, é stato creato da te, per te. E deve essere utilizzato su un solo dispositivo e da una sola persona. Potresti cadare in shadowban se condividi la password del tuo account con un’altra persona in un altro paese, e vi connettere utilizzando l’account contemporaneamente. Ricordate che Instagram non ha tempo per mettersi a frugare tra le vostre attività. Quindi no appenne rileva delle attività sospette, l’algoritmo potrebbe decidere di mettervi sotto shadowban.

Lascia un commento

Mi chiamo Nadir

Sono un digital marketer appassionato di business online e strategie di crescita sui social media. Ho creato questo blog con lo scopo di mostrarti come si guadagna realmente su internet, e permetterti di lanciare almeno il tuo primo business ! 

Cerca sul blog :